martedì 11 agosto 2009

Eraser



Il ricordo, o forse La sensazione rimasta, di posti dove sicuramente sono stato.

Immagini che scorrono a velocita' mutevole, inizialmente lenta, quasi fossero album da sfogliare mentalmente.

A volte chiudo gli occhi e con la mano, come in una realta' virtuale, provo a toccare l'aria intorno a me, pensando di essere nuovamente li'.

E non appena nel panorama mi appare, seppur brevemente, una presenza che possa avermi accompagnato durante uno dei viaggi di almeno un anno fa, spesso scatta un pensiero.

Vorrei avessero inventato una gomma speciale, che lasci inalterata la bellezza dei luoghi visitati e cancelli le eventuali ostilita' ...

1 commento:

A. ha detto...

divento noiosa, lo so...ma che posso farci se condivido quello che scrivi?
in realtà io questa specie di gomma speciale in certi casi..mi sono accorta che l'ho potuta usare.
Anche se non ha lasciato solo la bellezza dei luoghi.
Ho lasciato tutto, i luoghi, le persone che li animavano o che li visitavano con me.
ho cancellato solo quelle che tu chiami "eventuali ostilità".
...d'altronde io non penso mai di giudicare un film dal finale. Ma da tutte le due ore. :-)
Un abbraccio.