domenica 16 agosto 2009

Ferragosto 2009



Nota post-scrittura
Quello che segue e' stato scritto di getto a mano su un taccuino.
In vino veritas, in white wine free words.
Quindi ogni riferimento a persone o cose e' puramente voluto, e qualche parolaccia
e' chiaramente incontrollata.


A casa fino alle 18:30 (rientrato ieri notte alle 3).
Alle 19 parcheggio l'auto sul LungoTevere.
Passeggiata via Giulia, Campo de' Fiori, Piazza Navona, Pantheon e ritorno.

Prima sosta tra Campo de' Fiori e Piazza Farnese, primo bicchiere di vermentino.
Vantaggio di stare solo: nessuno dei "fotografi" ti propone nulla.

Ottima musica di sottofondo, caldo unido.
La coppia seduta davanti a me dopo mezz'ora di conversazione FINALMENTE si e' baciata
(era ora, avrei atteso un altro po', poi mi sarei avvicinato a lui e gli avrei suggerito
"Non vedi che e' cotta ?!").

Ho appena scoperto che potrei essere un buon suggeritore.
E' un peccato che non funzioni con me stesso, ma si sa, e' un po' come per gli psicologi,
non si capisce mai chi si possa auto-aiutare.

Mi arriva una conferma gradita: io godo a vedere la felicita' altrui (e non ha niente
a che fare che sia appena partito un pezzo brasileiro molto, molto coinvolgente).
Auguro a questa coppia uno scambio continuo di effusioni, di tutti i tipi.
E auguro a me stesso che questa penna abbia sufficiente inchiostro, oggi mi sento ispirato.

In effetti penso che non esista al mondo qualcosa piu' struggevolmente bello dello sguardo
innamorato di una donna.

(Nel frattempo siamo passati a "Superstition", niente male il vecchio Stevie ...).

E' appena passato sulla piazza un gabbiano a volo radente.
Penso sia stata una visione reale, ho appena iniziato a bere, sono ancora a livello legale.

Tra 20 giorni saro' in un' altra citta' a festeggiare la quinta cifra tonda.
Parentesi auto-pubblicitaria: lo ammetto, godo anche quando non ci credono che io sia del '59
(ieri una mi ha detto che pensava eventualmente fossero 40 e i miei occhi devono aver ringraziato
tipo coda di pavone ...). Una dose di auto-compiacimento non guasta penso ... o no ?!

Dicevo, staro' in un' altra citta', la mia passione, lo ammetto, come piu' volte sottolineato.

Il mio onomino su FB mi ha scritto che dovrei trovare una tedesca di li' e la cosa mi ha fatto ridere.
In senso buono, ovvio ...

Mi sono immaginato a passeggiare con una sorta di Christiane F. moderna, non eroinomane ma drogata di vita.

[Nota tecnica : sono passato all' Happy Hour ]

Ultimamente mi capita spesso di sentirmi dire che metto soggezione, che sembro troppo serio, e tutta una serie
di attributi che sapevo da tempo mi venissero affibiati senza senso.

A quanto pare metto soggezione perche' parlo in modo diretto; e perche' mai dovrei usare serpentine ?
L'unico modo che conosco di parlare e' cosi', senza mezze misure , prendere o lasciare.
Io parlo come sono, da sempre.
Non lo apprezzi ? Fottiti, non e' un mio problema.
Fossi finto avrei l'harem, ma il mio ateismo non consente rapporti molteplici contemporanei.

Nel tavolo dietro a me due ragazze parlano di stronzi (argomento che va per la maggiore).

La coppia di bacianti se ne sta andando mentre la musica ha cambiato stile: have a very, very nice fuck !
Nessuno scandalo, please, il sesso e' stra-importante, chi non lo ammette e' un retrogado impotente frustrato o una bigotta.

Inizio a pensare alle mie conoscenti virtual-reali.

A. stara' combattendo con caldo, ricordi e mostri.
V. stara' collegata a Internet, anche lei in lotta con i ricordi.
L. e' lontana, per un viaggio di lavoro ammirevole.
E. stara' pensando a chi scegliere per vendicarsi di chi l'ha trattata male.
P. si stara' preparando alle prossime ferie e si stara' chiedendo chi cazzo ha conosciuto.
R. si stara' anche lei preparando alle ferie, e forse, dico forse, stara' pensando che e' ora di capire cosa voglia fare da grande.

[Sono le 20:40 e mi avvicino al terzo bicchiere di vermentino]

Ho dimenticato qualcuna ?
Ah, si, F., che si fotta, ovunque essa sia.

Detto cosi' sembrerebbe la lista di un esaltato stile 'machicazzoticredidiessere' ...
E invece sono solo uno che la sera di ferragosto la passa al centro da solo come lo 0.001% di chi vedo intorno
(ma si sa, non sempre la maggioranza ha ragione).

[Siamo passati a Madonna, e torno indietro di 25 anni, kazzo !]

Delle due l'una: o il vino mi addolcisce il panorama, oppure la quantita' di bellezze femminili e' in aumento preoccupante
["Like a virgin, woh!"]

Mi torna in mente un film francese, "Spostamenti progressivi del piacere".

E no, cazzo !!! Hanno messo "Heroes" !!! Berlin, aspettami.

"Come fa quel cesso a stare con una fica simile ?!" e' uno dei pensieri generalmente incoffessabili che in una
sera del genere passano nella mente in modalita' estesa.

Pensiamo a Berlino. Per i 50 anni voglio fare qualcosa mai sperimentata nella mia vita, ci devo pensare,
anche se ho un'idea in proposito.

Indipendentemente dal prossimo viaggio, io so gia' di un cambiamento a partire dai 50 anni: sul lavoro saro' piu' acido, era ora.
Dal momento che ufficiosamente sono il piu' squilibrato mentale del gruppo, agiro' di conseguenza: fanculo
a tutti quelli che si credono ...
E' una liberta' vantaggiosa conseguente al fatto che il mio responsabile sa della mia situazione, e stranamente
mi ha capito.

Il tavolo dei bacianti e' ora occupato da un ragazzo solo con il cane.
Provo per lui una pena solidale. Forse sta peggio di me ...
Qualcuno direbbe soldarieta' tra sfigati.

[Tra poco mi attende la prova equilibrio per andare verso il Lungotevere]

E intanto e' iniziato il mio sdoppiamento, il vedermi dal di fuori.

[Mi sono trasferito al solito bar lungotevere Pampero-Club. oramai sono un habitue'. servito dalla
solita ragazza]

In un certo senso l'atmosfera del "Ciao, come va ?" e' piacevole.
Mi stupisco della capacita' che ho di reggere il vino bianco, considerando che in due giorni
avro' fatto un pasto completo.
Ma si sa, ognuno sceglie di distruggersi a suo piacimento ...

Considerazione a parte : NON si puo' piacere a tutte.

[Discesa negli inferi: patatine fritte con maionese e ketchup piu' vino bianco]

Davanti a me sfilano coppie variopinte.

Sara' la musica di M.Jackson, ma il pensiero che la ragazza che mi serve potrebbe essere mia figlia
(o forse mia nipote) non mi tranquillizza ...

Evvai, Martini Cocktail, Lupo in versione 007 ...
Manca soltanto che io scelga una Bond girl, la colonna sonora potrebbe aiutare.
Quasi quasi attendo un Sms che mi indichi quale sia la mia missione speciale ...

Penso sia quella di vedere le vite degli altri che scorrono ...

4 commenti:

A. ha detto...

a te il vino bianco fa bene, si vede.
che gli eterni proteggano le fanciulle ignare che Lupo Bond incontrerà.
grazie di avermi incluso tra i pensieri virtuali..aggiungiamo Perrault tra i miei pensieri e ci siamo!!!
un bacio.

Neve ha detto...

Ok, non era solo il caldo...
Grazie per NON avermi incluso tra i pensieri virtuali :D
Non dovrei dirlo, io proprio non dovrei neanche pensarlo ma si, i fumi dell'alcol sono proprio carburante per la tua macchina da scrivere. Tu mi fai tanta tenerezza,Wolf, nella stessa misura in cui ammiro la tua mente però guai a te se ti scopro a piangerti addosso ancora!
P.s. Tu sei grande se riesci a gioire della felicità altrui!

Ironic Wolf ha detto...

x Neve:

Le conoscenti elencate sono virtuali-reali, nel senso che non
appartengono soltanto al mondo virtuale, al contrario di te, per intenderci ... :-D
Grazie per i complimenti, commosso ... :-)

x A.:
ricambio il bacio :-*

L. ha detto...

"viaggio di lavoro ammirevole" is fantastic.....