domenica 6 settembre 2009

Buon compleanno



Mi e' stata dedicata


Ti incarto un sorriso contagioso come una malattia

e non mi spazientirò se lo aprirai piano piano, con esasperante lentezza

dopo averlo dimenticato un po’ sul tavolo della cucina.

Ti posso prestare i miei capelli, per asciugare le tue lacrime

ma non posso evitare che tu le pianga tutte, lo so.

Non c’è colpa, ma sfortuna nella solitudine,

e spesso tanto orgoglio, come un sottile veleno quotidiano.

Chissà, forse sarà meno amara la piega delle tue labbra, domani

anche se non sarò io, a darti il buongiorno al risveglio.

6 commenti:

Neve ha detto...

Che bella Wolf! Io si che ti invidio ora! :)))

A. ha detto...

ora magari ti incazzerai, ma io te lo dico lo stesso. Per un attimo ho pensato che sei fortunato.

Poi ho pensato che queste, per quanto belle, sono parole.
E qualcuno mi ha insegnato che una persona può dirti le parole più splendide del mondo, per poi, una manciata di ore dopo, farti meticolosamente a pezzi nei fatti.

Comunque..sono parole bellissime.
Spero che solo che davvero, domani, le tue labbra sorridano. e non solo quelle.

Ironic Wolf ha detto...

x Neve ed A.
L'ho pubblicata perche' mi ha fatto piacere riceverla (come minimo) e l'autrice e' stata daccordo con l'idea che la scrivessi sul Blog.

Sono parole bellissime ed anche io lo so che possono rimanere tali ... e nulla piu'.

Qualcuno mi ha dimostrato che una persona, anche senza dirti parole cosi' toccanti, puo' vivere con te per molto tempo e distruggere tutto in pochi secondi.

Io non ho la sfera di cristallo, quindi non so se ricevero' altre "dediche".

In questo mi sento come tutti ... umano

libero_pensiero ha detto...

E’ vero, sono parole. Ma dentro noi abbiamo un mare da esprimere che spesso le parole limitano, o distorgono, o confondono. E allora possono esistere silenzi capaci di trasmettere molto di più per chi li sa ascoltare.

A presto Wolf
Al.

Ironic Wolf ha detto...

X Libero Pensiero

Non posso che dirmi daccordo.
Aggiungo soltanto (perche' molto ci sarebbe da dire) che trovo ovvio che le parole rimangono tali se non ne segue nulla. Come una sorta di partitura incompiuta. Il futuro sapra' se i due compositori avranno poi deciso di completare l'opera ...

A presto
W.

p.s. Benvenuta "ufficialmente" nel Blog :-)

elisabetta ha detto...