lunedì 6 luglio 2009

Polveriera



Ho fatto il servizio militare presso una cosiddetta "caserma operativa".
Fra i vari doveri era prevista, a turno, la guardia ad una polveriera.
Tra i vari incidenti, qualche suicidio direttamente sulle altane e qualche soldato che,
in preda a rabbia o raptus omicida, scaricava almeno 40 colpi sparando di notte contro il nulla.

Allora mi sembrava esagerato pensare si potesse arrivare ad un tale stress, spesso causato
da qualche gruppo di annoiati che di notte non aveva di meglio da fare che tirare sassi contro
i posti di guardia o lungo i percorsi, e , ne sono sicuro, sempre dovuto a chissa' quali pensieri ronzassero nella testa del "tiratore" di turno.

Adesso che io sento di non avere un' arma, ma di essere io stesso un' arma, perennemente carica e pronta a colpire al minimo segnale di allarme, vero o presunto, in un istinto primordiale di sopravvivenza, tutto questo non mi appare piu' come una esagerazione.

Le esperienze mi mettono in guardia e fanno si che io voglia evitare in tutti i modi di rifarmi del male.
E visto che nella vita non esiste nessuno che possa garantire che non ci sara' piu' acqua calda o fiamma pronta a bruciarmi, non ci saranno piu' situazioni ostili, ne' pericoli o pallottole da evitare, rischio di non assaporare piu' i momenti almeno all' apparenza piu' tranquilli.

Ed alla fine, quasi come legge del contrappasso, sono diventato io una polveriera; da una parte faccio del tutto per proteggerla ma nulla mi garantisce che non possa esplodere da un momento all' altro.

5 commenti:

Neve ha detto...

Quant'è lunga la miccia? Giusto per sapere se faccio in tempo ad allontanarmi prima che salti tutto in aria... :)))
Ci sono scintille vaganti o sei tu che potresti autoiinescarti?
Ciao Wolf e buon inizio settimana.

Ironic Wolf ha detto...

Buon inizio settimana ?!?!

Neve ha detto...

Non siamo lunedì oggi? :o
Ok, ok, me ne vado prima di saltare in aria anche io...

A. ha detto...

grazie alla tecnologia esistono oggi allarmi sensibilissimi.
Allarmi antifurto, mi pare.
A volte suonano anche solo perchè una farfalla troppo cicciona si è posata su un tavolo.
Altre volte invece la polizia irrompe e coglie il ladro sul fatto.
Gli allarmi sono fatti così, è la loro natura.
Bisogna saperlo, e non pensare subito che sia un ladro. Ma controllare comunque, nel caso la farfalla sia una bella parnassius guccinii...

il grigio ha detto...

Ricordati di non inserire il caricatore al FAL ....